Ospedali con un futuro: trend per la progettazione innovativa

Nextatlas workshop @ Fondazione Architettura
Il tema degli ospedali è quanto mai attuale, con particolare riferimento all’umanizzazione degli ambienti della cura ma anche a considerazioni più ampie su architettura e interior design.
Fondazione per l’architettura / Torino e DEAR – Design Around Onlus, hanno colto la sfida e negli ultimi mesi stanno lavorando per trasferire anche agli spazi ospedalieri la loro progettualità, promuovendo un approccio che integra design, architettura e tecnologia.
Un progetto ambizioso e innovativo per il quale Nextatlas ha potuto mettere a disposizione i suoi strumenti, utilizzati nella fase di individuazione dei trend da cui partire per immaginare il futuro degli ospedali.
Spazi neonati è il titolo del workshop che si è svolto il 12 Luglio con l’obiettivo di lavorare all’umanizzazione di alcuni ambienti del reparto di Terapia Intensiva Neonatale dell’ Ospedale  Universitario Sant’Anna di Torino.
Da quali spunti e suggestioni partire per questo percorso di progettazione condivisa?
Nextatlas ha risposto a questa domanda individuando e presentando, nel corso del primo incontro, 5 trend in grado di suggerire direzioni innovative da cui trarre ispirazione e casi di applicazione internazionali dei medesimi:
  1. Co-living: spazi condivisi, vite che si incrociano
  2. Soft digital: nativi digitali, digitale umano, interazione tecnologia
  3. Convenient mindfulness: vincere la limitazione di spazio e movimento
  4. Transitional furniture: arredamento facilitante, di passaggio, in crescita
  5. Design therapy: riconoscere la semplicità

A dimostrazione del fatto che la salute passa anche dal disegno degli interni, da settembre gli architetti partecipanti ripenseranno gli spazi dedicati ai genitori dei piccoli pazienti del reparto provando a trovare il giusto equilibrio tra forme, luci, colori e comfort acustico.

A lavori conclusi, il progetto sarà presentato pubblicamente nella cornice di Torino Design of the City 2018 il 22 ottobre.
Il workshop, inoltre, farà da esperienza pilota con l’obiettivo di dare vita a un protocollo di progettazione da applicare in altri spazi dell’ospedale.